Autonomia e ricarica. Un dualismo con il quale ogni possessore di smartphone fa i conti ogni giorno.

Nonostante batterie sempre più capienti ed il costante lavoro di ottimizzazione software da parte dei produttori di smartphone, le batterie tradizionali impiegano circa un’ora a caricarsi completamente. Ma presto, le cose potrebbero essere diverse…

Una “sfera di grafene” potrebbe consentire alle batterie agli ioni di litio di durare più a lungo e caricarsi più rapidamente. Questa scoperta è stata annunciata nelle scorse ore dal Samsung Advanced Institute of Technology (SAIT), divisione di ricerca del colosso sudcoreano.

Nello specifico, i tempi per una carica completa sarebbero ridotti ad appena 12 minuti (ben cinque volte più rapida rispetto a quanto accade oggi); ma vi sarà anche un incremento della capacità del 45%.

Le batterie, inoltre, possono mantenere una temperatura di 60 °C, adeguata per l’uso sulle auto elettriche.

Le attuali batterie agli ioni di litio,  commercializzate per la prima volta nel 1991 potrebbero quindi aver trovato un degno successore.

Ad ogni modo, oggi questa tecnologia è ancora in fase di studio, ed attualmente non vi sono garanzie per quanto riguarda la sua futura produzione in massa.