Annunciato da Facebook lo scorso ottobre, Oculus Go è tornato a mostrarsi in occasione del CES 2018.
L’azienda Oculus, specializzata nella realtà virtuale, è stata infatti acquisita dal Colosso dei social network nel 2014 per 2,3 miliardi di dollari.

Oculus Go è un visore “stand alone”, totalmente indipendente da altre tecnologie, nato per diventare una porta d’accesso economica al mondo dei contenuti VR, grazie all’integrazione di una piattaforma molto simile a quella presente su uno smartphone.

Atteso sul mercato agli inizi di quest’anno, il prodotto sarà equipaggiato con un processore Snapdragon 821, il SoC Qualcomm top di gamma di fine 2016; ed è stato inoltre confermato il supporto a tutte le app di Gear VR.

L’headset è stato sviluppato in collaborazione con Xiaomi (nota in Occidente soprattutto per i suoi smartphone), la quale si è occupata della realizzazione dell’hardware del dispositivo.
Oculus Go avrà così un dispositivo gemello, il Mi VR, pensato esclusivamente per il mercato cinese.

A mettere in comunicazione Facebook e Xiaomi, due realtà molto distanti fino a poco fa, potrebbe essere stato Hugo Barra, colui che ha svelato il prodotto sul palco della fiera di Las Vegas, nonché vicepresidente di Facebook per la realtà virtuale ed ex manager proprio del gruppo cinese.

Insomma, non solo una Xiaomi sempre più presente all’interno del mondo occidentale, grazie a partnership di rilievo e la recente apertura dei suoi canali distributivi anche in Europa, ma anche un prodotto molto interessante che potrebbe aver successo anche in Italia.

Sfortunatamente Barra non ha offerto ulteriori dettagli riguardo la data di commercializzazione di Oculus Go, il quale dovrebbe debuttare sul mercato all’inizio del 2018 ad un prezzo di 199 dollari.