Xiaomi ha finalmente svelato la nuova versione del Mi Mix ovvero il Mi Mix 2, prodotto che personalmente già amo ma che mi ha lasciato l’amaro in bocca sotto alcuni aspetti che vedremo insieme.

5,99 pollici di diagonale quindi leggermente più piccolo rispetto al primo modello con risoluzione Full HD Plus ovvero 1080 x 2160 pixel che diventano 403 ppi, l’aspect ratio è ora di 18:9 quindi leggermente allungato.

Il processore è il Qualcomm Snapdragon 835 Octa Core con GPU Adreno 540 e 6 oppure 8 GB di memoria RAM mentre la memoria interna è di 64, 128 oppure 256 GB di tipo UFS 2.1 non espandibile.

Xiaomi Mi Mix 2

Davanti la fotocamera è da 5 megapixel con sensore più piccolo e sul retro rimane il sensore singolo, lo stesso principale del Mi6 da 12 megapixel con OIS.

La batteria è da 3400 mAh con ricarica rapida, il sistema operativo è Android Nougat con ROM MIUI 9 ed è, finalmente, presente il supporto alle bande globali compresa la B20 800 mHz che manca spesso nei prodotti di Xiaomi stessa.

Importante sottolineare che perdiamo il jack da 3,5 millimetri a favore dell’USB C Audio e la scocca è in metallo e ceramica, esiste anche una variante completamente in ceramica.

Xiaomi Mi Mix 2

Rimango interdetto guardando i render che l’azienda ha sbandierato prima, durante e dopo la presentazione sui social dato che confrontandoli con il modello reale le cornici sembrano nettamente più visibili, “colpa” forse anche della capsula altoparlante tornata standard, che motivo c’era di fare questo “giochetto”?

Nonostante questo rimane un prodotto interessante e che non vedo l’ora di provare, i prezzi al cambio sono di 420 euro per la versione base, 460 euro per la 128 GB e 510 euro per la 256 GB, il modello premium in ceramica costa invece 600 euro al cambio.

Vi lasciamo ad un primo video che mostra il prodotto, che ne dite?